L’Arte del Bottaio – Angelo Battaglia

L’ARTE DEL BOTTAIO – Oggi il mestiere del bottaio resiste ai tempi: in Italia è ancora possibile vedere all’opera un bottaio. Durante la creazione della botte il mastro bottaio sceglie il tipo di legno da utilizzare, per poi tagliarlo, ricavandone delle doghe che conserverà per la stagionatura, che solitamente dura da un anno a quattro anni.

Il legno pregiato proviene solitamente dalla Francia o dalla Slavonia.  Le principali qualità di legno utilizzate sono: la robinia, il castagno, il ciliegio e il rovere. 

Per la lavorazione della botte, il bottaio utilizzava il martello, la pialla, il pialletto e la sgorbia. Esemplari di antichi attrezzi da lavoro usati dal bottaio sono conservati presso i musei dell’artigianato. 

Origine del testo: Wikipedia


IMMAGINI


Note biografiche