Mistretta prof. Gioacchino

Franco Alloro, fotografo colto ed elegante come le immagini che il suo estro artistico fa cogliere all’obiettivo, eccelle nell’arte fotografica come solo pochi sanno fare.

I suoi pregevoli paesaggi sono densi di armonia. In essi terra e cielo, sole ed acqua, pur contrapponendosi, sono sempre in perenne equilibrio cromatico, sublime, quasi poetico. Sono paesaggi, quelli di Franco Alloro, che si rivelano soltanto all’osservatore più attento trasmettendo tramite il particolare il piacere di emozionanti ed improvvise sorprese.

A paesaggi in bilico tra arte e natura, Franco Alloro, accosta originali immagini iridescenti che, come tracce luminose intrise da impronte di colore, svelano un’insolita ricerca cromatica. Ed è proprio quest’ultima che il fotografo-artista coltiva da anni in un percorso che lo induce a un disarmante inno alla bellezza, scaturito da una generosa ricchezza di forme e colore.

Scatti in macro alterati dalla mano sapiente del fotografo rivelano un gioco sottile di trasparenze dettato da cristalli o vetri siano essi lisci, smerigliati, soffiati, preziosi swarovski o banalissime schegge.

Da sculture metafisiche, i freddi materiali silicei ritratti, si trasformano in vibrazioni cromatiche e fosforescenze sature di toni decisamente caldi dove la luce è autocelebrazione raffinata e curiosa.

Sicuramente Franco Alloro, tra meandri di luce e colore, crea immagini fantasmagoriche, nate dall’emotività del suo essere artista, e dove ognuno di noi riconosce visioni oniriche o stati d’animo quasi sempre in fuga verso il mondo dell’astrazione.


IMMAGINI