POESIE:

L'amore di Dio - Poesia è musica

Attrazione - La legge dei soldi

N. n.Un sogno d'amore

 

Dedico questa raccolta di poesie

a mia moglie Rosa,

a mia figlia Giovanna,

ai miei nipoti Leopoldo e Rossella

e a mio genero Domenico.

Giacomo Marrone, autore di questa copiosa raccolta di poesie è nato a Menfi il 28 luglio 1925. Fin da piccolo dimostra una grande passione per la poesia che, col tempo, è diventata un bisogno irrinunciabile perché in essa poteva riversare tutto quanto la usa mente e l'anima evocavano.

Non ha seguito un corso di studi regolare, ed oggi è un vero cruccio per il nostro autore; nonostante ciò egli ha dato libero sfogo alla sua vena artistica, incoraggiato in questo dalla sua famiglia: i genitori prima, la moglie Rosa e la figlia Giovanna dopo.

É sempre vissuto nella sua amata Menfi, circondato da un grande calore umano dimostratogli dai suoi familiari e dai numerosi amici.

Le soleggiate campagne della Sicilia Sud Occidentale, dove la stagione estiva è molto lunga e molto calda e quella invernale corta e mite, e la incontaminata natura sono state utilizzate dal poeta, affaccendato nei comuni lavori di campagna, come suo naturale laboratorio artistico.

 Dopo molteplici esitazioni, essendo schivo e riservato, su sollecitazioni ha finalmente acconsentito, a pubblicare le sue opere.

Esse vanno divise in due tronconi: quelle scritte in dialetto siciliano e quelle in lingua italiana. Le prime sono ventidue ed hanno come soggetto: gli scapoli, le belle ragazze, l'amore, la Patria, lo Stato, l'acqua, la siccità e il terremoto, che certamente non poteva mancare.

Il Marrone si rivela attento scrutatore dei vizi e delle virtù della gente comune, che descrive con grande maestria.

Le sue liriche sono ricche di insegnamenti, tratti da quella fonte inesauribile che è la saggezza popolare, inoltre, in esse trapelano forti sentimenti per l'amata Patria e per il paese natio.

Il linguaggio, anche se scritto in forma dialettale, appare finanche al lettore meno iniziato a tale forma espressiva, semplice e di immediata comprensione.

Nelle numerose poesie in lingua italiana, circa cento, i temi principali sono la satira politica, la fede, l'amore, la mafia e i decadenti costumi attuali.

Le sue liriche palesano uno stile espressivo alquanto spontaneo, libero dalle regole della metrica e raggiungono quasi sempre l'intento del poeta. Scorrevoli appaiono i versi e ricchi di musicalità.

La poesia del Marrone, sia in dialetto che nella lingua italiana, per la semplicità, spontaneità e immediatezza non appare mai noiosa né stancante, anzi coinvolge e prende il lettore portandolo nel suo mondo.

Andrea Giuseppe Randazzo


POESIE

L'AMORE DI DIO

L'amore è grande come il mare

abbraccia tutti e tutti può salvare,

senza di esso ninno può regnare

e nouns donna può pure concepire.

- - -

É il primo motore della vita

ed è quello che ci spinge a progredire;

amore fraterno, paterno filiale

sono affetti che si debbono creare,.

- - -

sono essi che ci fanno benedire

la vita, la natura e il nostro Dio,

che fu mosso dall'amore a perdonare

e ci ha segnato la strada da seguire.

- - -

Lungi dall'uomo cupidigia ed invidia

che portano l'uomo ad odiare;

l'uomo è imperfetto ma si può salvare

trattando i fratelli con amore.

torna all’indice

POESIA É MUSICA

Da quando esiste il mondo

in tutta la natura

i suoni e i rumori si mescolano tra loro.

Il canto degli uccelli

e il mormorio del mare,

tutti quanti insieme, sembrano rimare.

La loro eufonia è quella che ci blocca

e i cattivi pensieri scaccia;

questa è poesia.

La rima nei tempi antichi

ha avuto i suoi poeti;

Dante, Virgilio e Shakespeare,

Tutti sono lodati.

Quando non c'è la rima

dov'è la poesia?

La prosa e gli argomenti

sono solo fantasia;

la poesia senza la rima

è come la pasta senza la farina.

torna all’indice

ATTRAZIONE

Quello che avvince l'anima

e che conquista il cuore

non sono le apparenze,

bellezze esteriori,

non gli occhi, non le gambe,

né le labbra o il naso in sù,

ma in tutto il suo complesso

La femminilità

che esprime la dolcezza

e da felicità.

torna all’indice

LA LEGGE DEI SOLDI

Le leggi italiane sono elastiche

e possono stringere e allargare

secondo chi si deve giudicare;

per chi ha denaro e in abbondanza

ci sono le attenuanti

e non ci sono mai prove a sufficienza

e invece quando mancano i soldi

si condanna pure l'innocenza

perché è il denaro quel che conta

che è al di sopra della legge

e vale anche più della sapienza.

torna all’indice

N. N.

Sono un figlio di nessuno

o un figlio di puttana

e conosco solo lei di cui porto il nome;

la rabbia mi morde e inaridisce il cuore

che sono venuto al mondo solo e senza amore.

Mia madre conviveva e il compagno le vendeva

e per compenso la picchiava e magari la tradiva;

povero me diceva, sono rovinato!

e minacciava di ammazzarla se non avesse abortito,

ma mia madre mi ha voluto e così sono nato;

venuto solo al mondo conosco solo lei,

ma non conosco il mio papà

perché andava un po' con questo un po' con quello là

e gli altri hanno un padre il mio quale sarà?

C'è stata l'invasione e anche confusione

e ha avuto amanti inglesi, tedeschi e americani

e  non avendo un padre è incerto il mio domani;

mi rivolgo a Dio che Sto arrivando! e vede tutto

per sapere se mio padre è onesto o farabutto;

se io incontrassi chi conviveva con mia madre

e non voleva che io nascessi

non correrei ad abbracciarlo

ma lo pagherei con uno sputo.

torna all’indice

UN SOGNO D'AMORE

Ovunque ti trovi

ti cerco col pensiero

e ti trovo accanto a me

adagiata sul divano

ed io propenso a baciar le tue mani

e anche da lontano

mi sembra come vero.

Non vale la distanza

quando c'è l'amore;

e benchè tu sei lontano

ti penso e non lo sai

e ti trovo consenziente

sebbene non lo sei.

É il miracolo dell'amore

che ci fa tanto soffrire,

ma ci fa anche godere

e ci fa pure sognare.

torna all’indice