Caponata di casa mia

INGREDIENTI - Melanzane, patate, peperoni, cipolla, passa di pomidoro, mezzo bicchiere di aceto bianco, zucchero, sale, olio per friggere, basilico.

PREPARAZIONE - Lavate le melanzane e tagliatele a cubetti. Ponetele in un colapasta, cospargetele di sale e lasciatele riposare per circa un'ora affinché perdano l'acqua di vegetazione. Lavate i peperoni, eliminate semi e il picciolo, tagliateli a pezzetti.

Pelate le patate, riducetele a dadi non eccessivamente spessi. Scaldate l’olio ed iniziate a friggere separatamente le verdure che porrete a perdere l'unto su carta da cucina. Fate appassire una grossa cipolla, tagliata sottilmente, aggiungete la  passata di pomidoro ed il basilico spezzettato, regolate di sale, fate cuocere per qualche minuto e a questo punto, unite tutte le verdure; rigirate e versate mezzo bicchiere di aceto e tre cucchiai circa di zucchero (la dose evidentemente è indicativa e cambia secondo la quantità delle verdure), continuate la cottura per qual­che altro minuto ancora.

Spegnete la fiamma, trasferite la preparazione in un piatto da portata e servite completamente freddo. Ho chiamalo questo piatto di “casa mia” in realtà è una variante della classica caponata, anche abbastanza comune ma con l’aggiunta di altri ingredienti come il sedano, l’uva passa, le mandorle o le olive. Questa è, invece, la ricetta più semplice e originale che faceva mia madre, di cui non ho trovato nulla di scritto, ma che casualmente mi è tor­nata alla memoria. É' una caponata che per la presenza delle patate va cuci­nata e mangiata e non può conservarsi a lungo.