Monte Oliveto MaggioreDal 1765 fino al 1947 l'Abbazia non aveva parrocchie dipendenti. Solo nel secolo XX sono state aggregate all'Abbazia alcune parrocchie rurali della diocesi di Arezzo e di Chiusi-Pienza. Pio XII con bolla del 1º maggio 1953, erigeva il capitolo dei canonici nella chiesa abbaziale Monte Oliveto Maggiore  e l'abbazia territoriale è tutt'oggi una sede della Chiesa cattolica Toscana. Essa comprende 4 parrocchie site nel comune di Asciano.

É un complesso monastico all'interno del comune di Asciano, sede dell'abate generale della Congregazione benedettina di Monte Oliveto ed è sede dell'abbazia territoriale di Monte Oliveto Maggiore - Seguaci dell'ordine dei benedettini, gli olivetani fondarono il loro monastero nel 1313.

Il beato Bernardo Tolomei (1272-1348) costituì una comunità religiosa con il nome di Congregazione di Santa Maria di Monte Oliveto. Nel 1319 la fondazione ricevette l'approvazione dal vescovo di Arezzo Guido Tarlati e venne inserita nella regola benedettina; l'anno successivo iniziò la costruzione del monastero e nel 1344 la Congregazione olivetana ricevette la conferma da papa Clemente VI. I suoi membri si dedicavano principalmente alle arti al servizio della liturgia. A metà Seicento c'erano sei monasteri olivetani in Toscana.

Fonte del texto: Wikipedia

IMMAGINI