La collezione di bambole raccolte dalla Principessa Bona Borromeo Arese costituisce attualmente il nucleo centrale del museo della Bambola. Tale raccolta, unica per varietà, quantità e qualità dei pezzi che la compongono è oggi una delle più importanti in Europa e permette al visitatore di avere un'esauriente panoramica relativa alla evoluzione e allo sviluppo dell'oggetto bambola negli anni che vanno dalla metà del XVIII secolo fino ai giorni nostri.

Gran Parte del materiale proviene dal mercato antiquario Europeo e precisamente da Francia, Inghilterra, Germania e Italia. Molte delle bambole esposte oltre a essere rarità collezionistiche, sono state protagoniste di aneddoti, vicende e ricordi che le ricollegano alla loro funzione primaria di giocattoli.


IMMAGINI