SEGNI DI FEDE NELLA TERRA DI ZABUT

L’immagine che una comunità ha di se scaturisce da un processo di sedimentazione di storia, tradizioni popolari, arte e fede. Sambuca e la devozione della Vergine Maria dell’Udienza, che da 443 anni influenza lo storico divenire ne è un esempio. La forte devozione inizia con la liberazione dal flagello della peste avvenuto nel 1575 e si lega successivamente alle varie vicende della comunità sambucese che rivive ogni giorno la miracolosa Udienza della guarigione.

Storia di una devozione e storia di un popolo s’intrecciano fino a divenire complementari; storia di una città che si è costruita con i segni della Fede e che ha voluto materializzare nell’arte, nell’architettura, nei riti e nei simboli, nonché nell’assetto urbano, trasformando le antiche origini di una città araba nella città di Maria. Una devozione che sfida i tempi e che rimane ancora oggi ricca di valori umani e cristiani.

A seguire due gallerie di immagini fotografiche relative alla Festa di Maria SS. dell’Udienza svoltasi nella terza domenica di Maggio di quest’anno.


Scatti eseguiti da Franco Alloro


Scatti realizzati da Cristian Cacciatore