Diversi e diversificati sono, in Sicilia, i riti della giornata di Pasqua. Cosi come avviene in Calabria con la celebre “affruntata”, anche in Sicilia si celebrano i riti dell’incontro tra Cristo Risorto e la Madonna.

La processione dell'Incontro” a Sambuca di Sicilia, "U Scontru” a Cassaro, "u 'ncontru" a Ribera, “u ‘Ncuontru" a Petralia Sottana, “a Giunta” ad Aidone, “a Junta” a Caltagirone, “a Paci” a Biancavilla e Comiso, inizia generalmente molto presto la mattina di Pasqua con la statua della Madonna che “vaga” alla ricerca di Gesù.

Alla fine del “girovagare” avviene l’incontro tra la statua del Cristo Risorto e quella della Madonna, la quale perde il mantello nero. Non mancano casi in cui la Madonna si china o si sporge a baciare Gesù Risorto.

A Corleone vi è il rito dell’incoronazione della Madonna Addolorata. La sera di Pasqua alla statua della Vergine Maria viene messa sul capo la corona che porta durante tutto l’anno ma che viene tolta il Venerdì Santo come segno di lutto.


 

IMMAGINI